BIZZOZERO, DIFENDERE LA NOSTRA TERRA DA RAPINA STATO E’ LA PRIORITA’

“A nome mio e di tutti gli amici del Movimento do il benvenuto a Claudio Bizzozero nella squadra di Grande Nord. Ha dimostrato di avere grande consenso con la sua lista civica diventando sindaco di Cantù e di essere lontano dai partiti, interpretando in modo serio e con autentico spirito federalista il ruolo di amministratore. Qualità indispensabili per affrontare la sfida ambiziosa che Grande Nord si è posta”.

Lo dichiara Marco Reguzzoni, fondatore di Grande Nord, annunciando l’adesione di Claudio Bizzozero, ex sindaco di Cantù e Presidente Del Fronte di Liberazione Fiscale a Grande Nord.

“Dopo una serie di incontri con Marco Reguzzoni e Roberto Bernardelli –  spiega Claudio Bizzozero, ex sindaco di Cantù e presidente dell’FLF (Fronte di Liberazione Fiscale) – ho deciso di aderire al movimento politico Grande Nord. Sono convinto che Grande Nord sia, in questo momento, il solo movimento politico in grado di promuovere ciò di cui noi lombardi abbiamo più bisogno, ossia difendere, senza se e senza ma, gli interessi della nostra terra, contro l’inaudita rapina fiscale compiuta a nostro danno dallo Stato italiano. Un compito per me essenziale, che oggi viene prima di ogni altra questione e del quale nessun partito pare al momento seriamente preoccuparsi”.

“Aderisco a Grande Nord – prosegue Bizzozero – a titolo personale, ma da qui in avanti chiederò ai tanti amici con i quali ho costruito le mie esperienze politiche passate, di fare altrettanto. Inoltre, nella mia qualità di presidente del Fronte di Liberazione Fiscale, proporrò al consiglio direttivo del movimento che presiedo, di unirsi al progetto politico di Grande Nord. Sono convinto – conclude Bizzozero – che unendo le nostre esperienze e la passione sincera di tanti amici, riusciremo insieme a costruire un progetto politico senza precedenti, finalmente in grado di far uscire la nostra terra dal pantano nazionalstatalista che, oggi più che mai, rischia di distruggere le nostre imprese, il nostro lavoro e il nostro futuro”.

Share This