Confederazione Grande Nord
#Rinascelasperanza

Confederazione Grande Nord #rinascelasperanza
  • Grande Nord - Rinasce la speranza
  • Milano
  • Torino
  • venezia

Confederazione Grande Nord - #rinascelasperanza

Confederazione Grande Nord movimento politico tramite il quale tutti possono concorrere con metodo democratico e nel rispetto della Costituzione, per raggiungere l’indipendenza e l’autonomia delle Regioni del Nord. 

Il nostro programma elettorale: Il nostro programma elettorale che puoi leggere o scaricare in formato .pdf. Aiutaci a divulgarlo,
Grande Nord - Noi stiamo coi lupi..: Se vediamo una persona per strada fuori dalla nostra proprietà, non ci facciamo nemmeno caso.
24/03/2019 - Il patto d'acciaio: 24/03/2019 - Grande Nord e Scottish National Party firmato in Scozia il patto d'acciaio.
No al reddito di cittadinanza. Dove firmare: Dove firmare contro il reddito di cittadinanza. Date e città dove trovare i gazebo di Grande Nord.

Sostieni Grande Nord

Tesseramento Online

tesseramento online

Scrivi a Grande Nord

scrivi a grande nord

Eventi federali

Congressi Grande Nord

Press - Comunicati stampa

Press Grande Nord

Fra le 10 città italiane con la migliore qualità ambientale, ben 8 sono del Nord.

Quali sono le città italiane con la migliore qualità ambientale?

Ecco la Classifica 2019 delle 10 Città meno inquinate d'Italia, di cui ben 8 sono del Nord. 

Legambiente realizza ogni anno il documento "Ecosistema Urbano", rapporto delle performance ambientali delle città Italiane. Da tale rapporto è stata estratta la classifica delle città meno inquinate d'Italia, che valuta la qualità dell'aria, delle acque, della gestione dei rifiuti, della mobilità, e dell'energia. Scopriamo insieme quali sono le città modello dal punto di vista ambientale: la classifica 2019 basata sul rapporto di Legambiente di Ottobre 2018.

10 - Bologna: Punteggio 67,01

Buona qualità delle acque, livello di ecologia della vita molto buono. Bologna si guadagna il decimo posto delle città italiane più vivibili e meno inquinate, con un indice di 64,54%.

9 - Macerata: Punteggio 67,85

Macerata negli anni passati è stata la città meno inquinata, nonostante delle prestazioni leggermente inferiori, si è comunque confermata una delle realtà più attente.

8 - Treviso: Punteggio 68,56

Buona la qualità della vita, classica cittadina a misura d'uomo. Aria pulita, trasporti efficienti, buono lo stato di avanzamento nell'affidamento alle energie rinnovabili.

7 - Belluno: Punteggio 68,94

Presente in Top 10 da anni, la qualità della vita rimane molto buona, grazie al miglioramento della raccolta dei rifiuti e al buon numero di piste ciclabili.

6 - Pordenone: Punteggio 71,06

Anche Pordenone si distingue in maniera positiva grazie l'ottimo stato urbano, con piste ciclabili e aree pedonali.

5 - Cosenza: Punteggio 71,42

Grosso balzo in avanti per una città del sud. Per la prima volta negli ultimi anni troviamo in top 10 Cosenza, grazie ad una situazione complessiva molto buona in ciascuna delle sue metriche.

4 - Trento: Punteggio 73,82

Siamo di fronte ad una città che per raccolta differenziata va oltre l'80%. Un caso quasi unico in Italia. Se a questo aggiugiamo un'eccellente rete idrica e un approvvigionamento energetico che per oltre il 50% proviene da energie rinnovabili... ecco spiegato il suo posizionamento!

3 - Bolzano: Punteggio 74,27

Bolzano non sbaglia quasi in nulla. Ottima la quantità di emissione di polveri sottili, quasi al 70% la differenziata, solo il 30% di utilizzo di mezzi privati per gli spostamenti. Una cittadina ideale per vivere e crescere.

2 - Parma: Punteggio 76,83

Parma si merita il balzo in avanti soprattutto per via dell'incredibile aumento nella raccolta differenziata: dall'8% al 72%!

1 - Mantova: Punteggio 78,14

Mantova è una città in cui tutti quanti vorrebbero vivere. Ottima rete idrica e sistema fognario, eccellente la qualità dell'aria, con basse emissioni nocive, ma soprattutto, è al secondo posto assoluto per km di piste ciclabili per abitante.

 

 

Scritto da Grande Nord

Dipendenza e bullismo nell'era digitale: una sfida per le famiglie"

Continuano gli appuntamenti con i convegni tematici tratti dal programma politico di GRANDE NORD. 

In primo piano la FAMIGLIA, protagonista dell'appuntamento fissato per sabato 26 ottobre con inizio alle ore 10 presso l'hotel The Square Milano Duomo (Via Alberico Albricci 2/4) a MILANO.

Tema del convegno sarà «DIPENDENZA E BULLISMO NELL'ERA DIGITALE: UNA SFIDA PER LE FAMIGLIE»

Ad aprire ed introdurre il convegno sarà Giuseppe OLIVIERI (responsabile nazionale Grande Nord Lombardia per le politiche della famiglia).

In qualità di relatori saranno presenti la psicologa e psicoterapeuta dottoressa Manuela PONTI, ed il dottor Antonio MARZIALE, sociologo, giornalista, autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza della Regione Calabria che punterà l'attenzione in particolare sulle ricadute sociali dell'utilizzo improprio di internet.

A moderare il convegno sarà Monica Rizzi, naturopata e già consigliere regionale ed Assessore allo sport e giovani della Regione Lombardia.

Scritto da Grande Nord

15 settembre Venezia - Grande Nord ed i Popoli Indipendenti

Gli indipendentisti, non solo italiani, manifesteranno domenica prossima 15 settembre a Venezia, dove hanno organizzato la ‘Festa dei Popoli del Nord, in programma in Campo Campo San Giacomo dell’Orio dalle ore 11. Sarà la seconda edizione della Festa dei Popoli del Nord organizzata dalla Confederazione Grande Nord. Vi parteciperanno tra gli altri: Roberto Bernardelli, Presidente della Confederazione Grande Nord, Monica Rizzi Segretaria organizzativa di Grande Nord, il Segretario lombardo di Grande Nord, Davide Boni, Angelo Alessandri segretario di Grande Nord Emilia Romagna, Corrado Callegari segretario Grande Nord del Veneto, Walter Togni Segretario Grande Nord Piemonte, Luigi Basso Segretario Grande Nord Liguria, Pier Rio Segretario Grande Nord del Trentino, Michele Favero – Indipendenza Veneta.

Sono previsti sul palco anche interventi di Gianfranco Rotondi di Forza Italia e Stefano Parisi di Energie per l’Italia, del Generale Antonio Pappalardo del Movimento Liberazione Italia, Davide Zenati presidente di Forza Centro e Anna Maria Chiantini in rappresentanza di Toscana, Umbria e Marche. Ed è prevista anche la partecipazione di delegazioni degli indipendentisti scozzesi e catalani e dei gilet arancioni.

L’evento di Venezia ha un grande significato, perché siamo stati beffati da un uomo, tra virgolette di destra, che ha consegnato il Paese a una sinistra statalista e assistenzialista – spiega l’organizzatore Roberto Bernardelli – Il peggio del peggio. Di questo dobbiamo dire grazie a Matteo Salvini. Un inconsciente. Ha fatto perdere 14 mesi al Paese e lo ha consegnato a piene mani ad un |governo di estrema sinistra-, stigmatizza. -Noi testimoniamo la rivincita del Nord, contro questo governo, contro chi ha tradito le aspettative del Nord, e non ha dato l’autonomia che il Nord ha chiesto a piena voce attraverso il referendum del lombardo Veneto, che non ha ottenuto nulla in cambio. Anzi. La situazione tende a peggiorare. Le imprese chiudono. Noi siamo i difensori dei legittimi interessi del Nord. Dei pensionati, dei lavoratori e delle imprese. Noi ci batteremo perché partiamo da un grande sogno che ci ha dato Umberto Bossi. Lo proseguiamo, evidentemente aggiornandolo ai nostri giorni, ma è questa la mission assoluta di Grande Nord. Mi consenta di aggiungere che dal palco di Venezia lanciamo una sfida importante: sfidiamo i governatori del Nord a bloccare i trasferimenti a Roma.

https://youtu.be/Lj-4H4JPiUE 

 

 

 

 

Scritto da Grande Nord

15 settembre a Venezia con Grande Nord per la Festa dei Popoli per l'indipendenza

Lavoro e disoccupazione. Non serve l’Istat o il Jobs act per leggere le cartine parlanti come quella che pubblichiamo. Si vede con chiarezza come il Nord stia con una parte d’Europa diversa da altre parti d’Europa. La Francia centralista non se la passa bene né la Spagna che ferma il processo di indipendenza della Catalogna. La Grecia vediamo a chi somiglia. Ma tornando a casa nostra, possiamo dire che i problemi di Milano siano gli stessi di Ragusa? Quelli di Padova identici a quelli di Taranto? Eppure, c’è una classe politica che si ostina a dire che siamo tutti uguali. E che la questione meridionale va risolta. Come? Con il nazionalismo? Il risultato è quello che vediamo.

Per il lavoro e le tasse, il Nord non può aspettare in eterno l’eterna Roma.

Noi ci troviamo anche per questo il 15 settembre a Venezia. Più che un sogno, è una necessità. Grande Nord c’è!

Roberto Bernardelli

Presidente GRANDE NORD

https://youtu.be/UsLiw9JFzdo

Scritto da Grande Nord

Oggi 30 agosto il Presidente Bernardelli su La7... Aspettando Venezia

Oggi 30 agosto Roberto Bernardelli Presidente di Grande Nord sarà ospite del programma "L'aria che tira" su La7. 

In primo piano i commenti sui recenti movimenti che sta vivendo la politica romana (da cui Grande Nord si mantiene distante ma comunque spettatore critico prediligendo l'attività nei territori del Nord). 

Non mancherà l'invito a seguire e partecipare alla manifestazione dei Popoli per l'indipendenza che si terrà il 15 settembre a Venezia. 

Un appuntamento con la storia per fare la storia, quella vera, quella del Nord e dei Popoli che vogliono essere liberi, autonomi, indipendenti.

La manifestazione si terrà in Campo San Giacomo dall'Orio con inizio alle ore 11.00

Per ogni tipo di informazione e per prenotare

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

☎️ 389 5695565 oppure 02 8857906

Scritto da Grande Nord

Su questo sito usiamo i cookies, anche di terze parti. Navigandolo accetti.

La mancata accettazione dei cookies può provocare il malfunzionamento di questo sito e l'impossibilità di fornire i servizi richiesti.